Cosa è il “diritto tributario”

Il diritto tributario  è un settore del diritto finanziario (che è suddiviso in varie branche) e regolamenta i tributi.

Il diritto finanziario, che è una parte del diritto amministrativo, è l’insieme di norme giuridiche che regolano l’azione dello Stato nel campo economico.

Poiché lo Stato, per la gestione della vita sociale, necessita di coperture finanziarie, impone, senza il consenso dei cittadini, dei tributi, per cui il diritto tributario è la regolamentazione dei tributi stessi.

Diritto Tributario Telematico

Il diritto tributario telematico è un ramo del diritto tributario che rielaborando i principi e le norme relative all'imposizione ed alla riscossione dei tributi propri di uno Stato, li coordina con i rapporti giuridici che vengono a formarsi tra quei soggetti che operano su internet  producendo reddito.

Perché i tributi

Per la copertura delle spese occorrenti per l'organizzazione sociale dello Stato.

Le prime indagini sul tributo sono dirette a studiare:

  1. L'equilibrio tra esigenze finanziarie pubbliche ed economia privata;
  2. L'utilizzo della leva fiscale al fine di realizzare finalità di interesse collettivo;
  3. Gli effetti delle politiche fiscali sulla formazione dei prezzie dei redditi;
  4. L'equità dell'imposizione fiscale rispetto alla capacità contributiva dei cittadini e delle imprese.

Tributi e Costituzione

 Costituzione Italiana , Articolo 23: 

"Nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge" .

Articolo 53 : 

"Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della propria capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività".

Questi due articoli rappresentano la base e i limiti entro i quali il legislatore si può muovere.

Innanzitutto nessun tributo può essere istituito senza la legge; tutti i tributi sono dovuti in ragione della propria capacità contributiva; tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche siano essi cittadini o non cittadini, residenti o non residenti; il sistema tributario deve essere caratterizzato dal criterio della progressività per cui l'ammontare complessivo del peso tributario varierà in misura più che proporzionale al variare della capacità contributiva.

Contenzioso Tributario

Il contenzioso tributario prevede :

  • onere della prova: è il contribuente a dover dimostrare di essere in regola con i pagamenti, non l'amministrazione a dimostrare l'evasione;
  • accertamento provvisorio: nonostante la presunzione di innocenza e una pendenza di giudizio, il contribuente deve anticipare il 30% dell'evasione contestata senza possibilità di sospensione;
  • retroattività delle norme tributarie, sebbene sia vietata dallo Statuto dei diritti del contribuente;
  • responsabilità solidale nei contratti di appalto fra persone giuridiche: se l'appaltatore evade le tasse (l'IVA) o fallisce, per la quota relativa ai lavori, paga in maniera solidale il committente;
  • disparità fra pubblica amministrazione e soggetti privati: mancata compensazione di crediti e debiti verso la pubblica amministrazione, impignorabilità di beni pubblici a favore di creditori privati.

La figura del tributarista

Il tributarista deve essere laureato o in discipline dell'ambito economico (laurea in economia e commercio) o in giurisprudenza.

 

 

Richiedi una consulenza gratuita